INFEZIONE DA HELICOBACTER PYLORI

Molti dei disturbi gastrici come bruciore, gonfiore e dolori addominali sono dovuti alla presenza nel nostro stomaco di un ospite non certo gradito, Helicobacter pylori. Questo microrganismo è capace di resistere all’acidità dell’ambiente gastrico, al punto tale da insidiarsi nella mucosa gastrica ed ivi replicarsi; tale caratteristica è conferita dalla spiccata capacità di produrre ureasi, un enzima che scinde l’urea nello stomaco liberando acido carbonico ed ammoniaca; in questo modo, l’ureasi neutralizza gli acidi gastrici creando un microambiente favorevole alla replicazione del batterio.

La crescita dell’Helicobacter Pylori porta con sé una serie di spiacevoli conseguenze per il paziente, predisponendolo alla gastrite, all’ulcera dello stomaco e, in alcuni casi, al cancro allo stomaco. E’ inutile, o quanto meno non decisivo, ai fini della guarigione, ricorrere a farmaci di tipo antiacidi o digestivi che possono nella migliore della ipotesi fungere da palliativo, arrecando solo momentaneo sollievo. E’ invece necessario attuare una terapia specifica rivolta al batterio responsabile, che produca la guarigione.

DIAGNOSI

I test per diagnosticare l’H.pylori si suddividono in invasivi e non invasivi. I test non invasivi sono il Breath Urea Test, il  ‘‘test del respiro” e il test di ricerca dell’antigene del batterio nelle feci, mentre test invasivi richiedono l’esame endoscopico e il prelievo di campioni biologici.

Il breath test all’urea è un esame semplice, non invasivo e di grande accuratezza diagnostica che sfrutta l’elevata attività ureasica di questo microrganismo.

ESECUZIONE E PREPARAZIONE AL BREATH TEST

Il breath test all’urea viene eseguito generalmente al mattino, dopo un digiuno di almeno 6 ore.

Si procede con il campionamento dell’aria espirata basale (prima dell’assunzione dell’Urea): il paziente viene invitato a compiere una inspirazione profonda e a soffiare tramite una cannuccia per bibite in un flaconcino; il paziente consegna immediatamente il flaconcino all’operatore, che provvede subito a tapparlo.  A questo punto, il paziente viene invitato a deglutire 2 compresse di urea, e ad attendere dieci minuti seduto in sala d’attesa senza bere, mangiare o fumare. Allo scadere del tempo, il paziente ripete la precedente operazione: tramite una cannuccia per bibite soffia nuovamente in una provetta la consegna all’operatore che prevede a sigillarla.

Per la non invasività, l’esame è scevro da complicazioni e rischi. L’unica regola di preparazione all’esame prevede – salvo diversa indicazione medica – l’astensione:

  • per tre settimane dall’uso di antibiotici associati e inibitori della pompa protonica (l’uso di un singolo antibiotico non sembra interferie sull’esame):
  • per una settimana dall’uso di farmaci gastroprotettori appartenenti alla classe degli inibitori della pompa protonica o degli H2 antagonisti, oltre al sucralfato (sono quindi da evitare specialità farmaceutiche contenenti cimetidina, ranitidina, pirenzepina, nizatidina, lansoprazolo, rabeprazolo, pantoprazolo, omeparazolo, esomeprazolo, sucralfato, di cui segue una lista: antepsin, antra, axagon, biomag, brumetidina, buscopan antiacido, citimid, citronizat, controloc, crafilm, cronizat, dina, ermes, esopral, etideme, eugastran, eureceptor, famodil, frilans, gastralgin, gastridin, gastrogel, lansox, leblon, levogenix, limpidex, lomevel, losec, lucen, mepral, motiax, nansen, neoh 2, nexium, nizax, notul, omeprazen, pantecta, pantoloc, pantopan, pantorc, pariet, peptazol, peptirex, pergastrid, raniben, ranibloc, ranidil, ranidiz, roxit, sensigard, stomet, sucralfin, sucramal, sucrate, sucroril, suril, tagamet, temic, ulcedin, ulcestop, ulcex, ulcodina, ulcomedina, ulcrast, ulis, zanizal, zantac, zoton).
  • il giorno del breath test il paziente deve presentarsi in laboratorio a digiuno da almeno 6 ore se adulto, 3 se bambino. Astenersi dal fumo e dall’assunzione di caffè la mattina prima dell’esame.

L’urea Breath Test per la diagnosi di Helicobacter Pylori è completamente indolore e dura in media trenta minuti. Il test non necessita di prenotazione.

× Whatsapp