img-03
a1

Come prepararsi agli esami di laboratorio

Scopri in questa pagina tutti gli accorgimenti necessari alla preparazione delle analisi. Secondo il tipo di controllo che hai richiesto, questi sono i piccoli consigli che ti invitiamo a seguire con cura:

Prelievo del sangue

Digiuno e dieta
• Presentarsi a digiuno da almeno 8 ore, astenersi dall’assunzione di bevande zuccherate, caffè, alcolici e fumo di sigaretta;
• Non apportare cambiamenti drastici alla dieta quotidiana (il più possibile bilanciata);
• Non assumere un carico elevato di grassi, carboidrati e proteine.

Trattamenti farmacologici
• Non sottoporsi agli esami in un periodo di assunzione prolungata di farmaci, i quali possono alterare i risultati finali.

Attività fisica
• È consigliabile non praticare un’eccessiva attività fisica nelle 8/12 ore precedenti il prelievo, la quale può provocare un’alterazione nei risultati.

Consigli utili

Le persone che sono a conoscenza di una loro particolare emotività sono pregate di informare il prelevatore  affinchè provveda ad eseguire il prelievo venoso in posizione distesa. Dopo il prelievo è consigliato tenere il braccio disteso, la mano aperta e premere il cotone sul punto di prelievo, senza strofinare, per almeno 5 minuti, al fine di evitare la formazione di ematomi.

Esame urine completo

Le urine per l’esame normale devono essere raccolte in appositi contenitori, non vengono accettati dal personale contenitori nati per altri usi (bottigliette succhi di frutta o altro) riciclati. È necessario che il cliente consegni una piccola quantità di urina (circa mezzo bicchiere) raccolta in occasione della prima minzione del mattino, dopo averne scartato la prima parte.

Urine delle delle 24 ore

  • Per la determinazione di analiti nelle urine delle 24 ore, deve essere eliminata l’urina della prima minzione della mattina, e da quel momento in poi tutte le urine dovranno essere raccolte in apposito recipiente, che può essere richiesto al laboratorio, fino al giorno successivo raccogliendo come ultima, l’urina della prima minzione della mattina ;
  • L’urina progressivamente raccolta va conservata in luogo fresco e asciutto;
  • Consegnare l’apposito contenitore al Laboratorio, nel caso non si possa consegnare subito il recipiente và conservato in frigo.

Urinocoltura

  • Curare la propria igiene intima con particolare attenzione la sera precedente alla analisi.
  •  Eliminare il primo getto di urina per rimuovere i batteri contenuti nell’ultimo tratto urinario e proseguire all’interno del contenitore sterile (acquistabile in farmacia o disponibile presso i nostri Laboratori). Nei bambini le urine verranno raccolte in appositi sacchetti di plastica adesivi sterili che vanno applicati facendoli aderire alla regione pubica ove vanno lasciati per non più di 40-50 minuti. Se la minzione non è avvenuta in questo tempo, il sacchetto va sostituito con un altro sterile, dopo aver provveduto al lavaggio dei genitali esterni. L’urina così raccolta va versata in un contenitore sterile o in alternativa si richiude accuratamente il sacchetto da inviare subito al Laboratorio. Questo modus operandi serve per evitare che germi, presenti sulla pelle, siano trasportati dall’urina nel contenitore e possano inficiare l’esame.
  •  Assicurarsi di consegnare il contenitore immediatamente al laboratorio, in caso di impossibilità conservare in luogo fresco e asciutto per evitare alterazioni.

Esame citologico delle urine (contenitore con conservante)

  • Utilizzare gli appositi contenitori disponibili presso le nostre sale prelievi.
  • RACCOLTA URINE: Scartare le prime urine del mattino, bere un bicchiere d’acqua, passeggiare onde facilitare il distacco di un maggior numero di cellule e dopo due ore raccogliere le urine direttamente nel contenitore fornito dalla sala prelievi in precedenza.È necessario raccogliere un campione al giorno per tre giorni consecutivi segnalando sui contenitori I, II, III. I campioni così raccolti devono essere conservati in frigorifero sino al giorno della consegna, che può essere effettuata per tutti i tre campioni alla terza giornata.

ATTENZIONE:
il recipiente contiene alcool 50°: non ingerire, non lasciare alla portata dei bambini. In caso di ingestione accidentale rivolgersi al più vicino Pronto Soccorso. In caso di contatto con la pelle lavare abbondantemente con acqua, se il contatto avviene con gli occhi: lavare abbondantemente con acqua e rivolgersi al più vicino Pronto Soccorso.
I CAMPIONI DEVONO PERVENIRE ALL’AMBULATORIO PRELIEVI ENTRO L’ORARIO DI CHIUSURA.
Per la raccolta utilizzare solo gli appositi contenitori forniti esclusivamente dall’Ambulatorio Prelievi.

Esame del liquido seminale

Nel caso di spermiocoltura, aver cessato qualsiasi trattamento chemio-antibiotico da almeno 5 giorni. Far precedere la raccolta dalla pulizia dei genitali esterni e delle mani, la raccolta del campione deve avvenire mediante masturbazione e tutto l’eiaculato deve essere raccolto nell’apposito contenitore sterile. Inviare al laboratorio entro 2 ore dall’emissione.

Espettorato

Si deve consigliare il cliente di sciacquare bene la bocca prima di espettorare al fine di pulire il cavo orale da cellule di sfaldamento e di particelle estranee all’esame. L’escreato deve essere, possibilmente, quello della mattina; va raccolto in un contenitore sterile e portato, come tutti gli esami colturali, al più presto possibile.

Modalità di raccolta delle feci

Per l’esame delle feci completo, per la ricerca di parassiti e per la coprocultura è necessario raccogliere le feci in appositi contenitori sterili. È consigliabile raccogliere un campione del primo mattino, ma qualora ciò non fosse possibile è possibile consegnare feci del giorno prima conservate in frigorifero.

Esami per rilevare sangue occulto nelle feci

La ricerca si effettua su un campione di feci del mattino raccolte nell’apposito contenitore (reperibile in accettazione) e, possibilmente, ripetuto per tre volte in giornate diverse. Per questo esame si consiglia di: evitare il consumo di carni poco cotte, di non eseguire il test durante la terapia con antinfiammatori (che potrebbero danneggiare la mucosa dello stomaco con conseguente fuoriuscita di sangue), infine, di spazzolare i denti con delicatezza per evitare il rischio di emorragie gengivali. Non effettuare il test con emorragie in atto: emorroidi, lesioni gengivali, mestruazioni, stitichezza.

Coprocoltura

Il campione da esaminare deve pervenire al laboratorio il prima possibile. Per eseguire il test è sufficiente una quantità di feci pari ad una noce.

Ricerca parassiti

Il campione da esaminare deve essere consegnato al laboratorio al massimo entro 2-3 ore dall’emissione. Per eseguire correttamente l’esame è necessaria una quantità di feci pari ad una noce. Per la ricerca di ossiuri, oltre ad un campione di feci è necessario eseguire uno “Scotch Test”; il laboratorio fornirà un vetrino e le informazioni necessarie per eseguire correttamente il prelievo.

Scotch Test

Applicare al mattino, prima dell’evacuazione, nella zona perianale un cerotto adesivo alla cellulosa. Lasciarlo in sede per qualche minuto e poi trasferirlo su un vetrino (reperibile presso il laboratorio). Riconsegnare il vetrino in accettazione. È consigliabile ripetere il test in 3 giornate diverse.

Tampone Faringeo

Il paziente deve recarsi nel laboratorio a digiuno e senza aver lavato i denti; non praticare gargarismi o sciacqui del cavo orale prima di recarsi in laboratorio. Il paziente deve aver inoltre sospeso un’eventuale terapia antibiotica da almeno 5 giorni.

Tampone Vaginale

In via preliminare le pazienti devono attenersi ad alcune norme per rendere attendibile l’esito dell’esame: evitare di avere rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti all’esecuzione del prelievo; non essere in periodo mestruale; non eseguire irrigazioni vaginali nelle 24 ore precedenti all’esecuzione del prelievo; avere cessato qualsiasi terapia chemio-antibiotica dal almeno 7 giorni; non praticare lavaggi prima della raccolta del campione.

N.B.: per i campioni raccolti dal paziente si raccomanda l’apposizione di un’etichetta recante nome e cognome.

× Whatsapp